Domenica, 24 Settembre 2017

Sportello Locazioni

Uno Sportello dedicato all'affitto (contratti) ed ai problemi che possono sorgere tra il proprietario di casa e l'inquilino

affitto sfratto cedolare secca risarcimento locazione avvocato del cittadino

Puoi rivolgerti a noi per:
 
 
- SFRATTO
 
- CONTRATTI DI FORNITURA LUCE,
GAS E TELEFONO
 

aiuto per affitto sfratto

- CEDOLARE SECCA
 
- RISARCIMENTO DEL DANNO
 
- PROBLEMI TRA PROPRIETARIO E INQUILINO
 
- MUFFE E INFILTRAZIONI
 
 

 

LA TUA CASA E' PIENA DI MUFFE E INFILTRAZIONI E VUOI INVIARE UNA DIFFIDA AL PROPRIETARIO DI CASA? CLICCA QUI

 

          PICCOLA GUIDA ALLA LOCAZIONE

 

 CEDOLARE

SECCA

 SFRATTO   INADEMPIMENTO LOCATORE   INADEMPIMENTO CONDUTTORE
 Cos'è?    
Cos'è?   
Cos'è?   Cos'è?
E' un regime facoltativo che può essere scelto dal locatore (chi affitta casa), che è alternativo a quello ordinario ai fini dell’IRPEF. Non si versano più, in sede di registrazione e di rinnovo del contratto, le imposte di bollo e di registro.
La cedolare secca prevede una tassazione con l’applicazione di due aliquote IRPEF:
 -  il 10% per i contratti di locazione a canone concordato (sono contratti stipulati per immobili situati in  Comuni  metropolitani e limitrofi, solitamente quelli ad alta intensità abitativa);

  -  il 21% in tutti gli altri casi
 
E' un atto giudiziale con il quale il proprietario di casa chiede al giudice di emettere un provvediemento esecutivo per ottenere la liberazione dell'immobile.
Lo sfratto può presentarsi in due casi:
- Finita locazione: l'inquilino rimane nell'immobile anche se il contratto è scaduto
- Morosità: l'inquilino non paga l'affitto
 
Dopo la stipulazione del contratto di affitto,l'immobile locato può presentare del vizi che possono pregiudicare il godimento del bene (infiltrazioni di acqua, muffe, impianti non a norma, situazioni di pericolo).
Il locatore, ossia il proprietario di casa, se non provvede a risolvere le criticità esistenti, si rende inadempiente.
In caso di inadempimento del locatore, è possibile richiedere un risarcimento per i danni patrimoniali e non patrimoniali (stress, peggioramento dello stato di salute) e un adeguamento del canone di affitto
 
E' la situazione più comune: la persona che abita nell'immobile in affitto (conduttore) non paga il canone stabilito nel contratto.
Il locatore ha diritto di promuovere un’azione volta ad ottenere la risoluzione del contratto e la condanna del conduttore al pagamento dei canoni insoluti e degli oneri accessori che non sono stati pagati.
Dovrà agire con lo sfratto

 

Chi tuteliamo

Chi tuteliamo Chi tuteliamo Chi tuteliamo

 

Il proprietario di casa che deve redigere il contratto

Sia il proprietario di casa che l'inquilino L'inquilino Il proprietario di casa

 

 

L'attività informativa è riservata ai soci. La quota annuale è di 20 Euro

 

Leggi anche:

AAA, cercasi possibilità di affitto per giovani ragazzi romani

 

Affitto e aumento Istat

 

Muffe in casa in affitto, cosa fare?

 

Disdetta immediata del contratto di affitto

 

Inagibilità, inabitabilità e inadempimento del locatore

 

Staccare le utenze all'inquilino moroso

 

Utenze non pagate dal precedente proprietario