Venerdì, 28 Luglio 2017

Alzheimer e R.S.A.

 alzheimer rsa

Alzheimer e Residenze Sanitarie Assistenziali:

i costi sono a carico dello Stato

 

Avvocato del Cittadino ha recentemente ottenuto un'importante sentenza: la Regione Lazio è stata condannata a restituire ad una nostra socia 13.393,44 Euro, ossia la somma che ha versato ad una Residenza Sanitaria Assistenziale per il soggiorno del padre malato di Alzheimer più gli interessi.

 

Già, perchè anche se la giurisprudenza - vedi la sentenza n.4558/2012 della Cassazione - ha già precisato che per l'Alzheimer non è possibile distinguere tra prestazioni socio-assistenziali e sanitarie (e di conseguenza tutti i costi sono totalmente a carico dello Stato) viene tuttora richiesto alle famiglie dei malati di compartecipare alla retta per il soggiorno dei pazienti in R.S.A.

 

Avvocato del Cittadino, a seguito della diffusione della sentenza 14180/2016 del Tribunale di Roma, un grande successo dell'associazione, ha ricevuto molte segnalazioni e numerose richieste di aiuto.

 

L'azione collettiva

Da qui nasce l'azione collettiva Alzheimer-RSA per aiutare le famiglie che, con grande difficoltà sono costrette - o sono state costrette - a sostenere dei grandi sacrifici economici per le cure dei loro cari in R.S.A.

 

Come si partecipa?

Per partecipare occorre prima effettuare una consulenza con i legali di Avvocato del Cittadino che valuteranno la sussistenza dei presupposti per procedere giudizialmente

L'azione collettiva sarà attiva, in un primo momento, solo nella città di Roma.

Per prenotare la consulenza occorre chiamare allo 06.45433408, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,30 e fissare un appuntamento

 

Quali sono i documenti necessari?

Per partecipare dovrai essere in possesso dei seguenti documenti:

- Autorizzazione ricovero in RSA

- Dichiarazione di soggiorno in  RSA

- Ricevute dei pagamenti effettuati

 

Sezione - class action Alzheimer