Giovedì, 18 Luglio 2024

Separazione: se il coniuge raggiunge un determinato reddito, l’assegno non sarà più dovuto

Pubblicato in Sentenze

Con la negoziazione assistita vengono regolate ormai quasi la totalità delle separazioni consensuali. Lo spazio di confronto è ampissimo ed è possibile giungere ad accordi flessibili e disciplinare molti scenari che, con ogni probabilità, potrebbero verificarsi nel futuro.

Sempre più spesso ad Avvocato del Cittadino Associazione Astolfi mi capita di suggerire alle coppie  (soprattutto le più giovani) con figli piccoli, in cui la madre si è sempre occupata dell’accudimento della prole e ha lasciato temporaneamente il lavoro, di prevedere nelle condizioni di separazione un mantenimento nei confronti della moglie che poi sarò ridotto nel caso in cui si otterranno determinati paramenti reddituali o anche abbattuto se il reddito supererà una certa somma che, in base alla peculiare situazione familiare, sarà idonea a garantire equilibrio al nuovo assetto familiare.

A prescindere dalle motivazioni che portano una coppia alla decisione di sperasi, è compito dell’avvocato guidare il coniugi nell’abbattimento di quelle barriere di odio che rendono impossibile il dialogo e irragionevoli le posizioni ed a concentrare l’attenzione della coppia sulla creazione di stabilità e nuovi equilibri.

Per una consulenza legale con la nostra associazione è possibile chiamare allo 06.45433408 (per Roma e Milano) o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per prenotare consulenze a distanza