Domenica, 17 Novembre 2019

Affitto locale commerciale: recesso e disdetta del contratto, diritti e doveri

Pubblicato in Sentenze

Nella locazione commerciale, può succedere che sia necessario “disdire” anticipatamente il contratto. Vediamo in questo post come funziona

 

IL CONDUTTORE, ossia colui che ha preso in affitto il locale commerciale può recedere anticipatamente dal contratto, con il preavviso (generalmente) di 6 mesi, se sussistono  motivi gravi e oggettivi, ossia cause esterne alla sua volontà, imprevedibili o comunque sopravvenute. Non rientra fra tali circostanze la semplice decisione di trasferire la propria residenza o di cambiare tipologia di attività. Un valido motivo potrebbe invece essere la congiuntura economica negativa e i problemi negli affari (cfr. sent. Cass. Civ. n. 3418/2004).

 

IL LOCATORE, ossia il proprietario del locale, può invece porre fine anticipatamente alla locazione se ha  necessità di rientrare in possesso dell'immobile locato per uso personale e/o familiare o per avviare un'attività propria. Ovviamente, se il proprietario dell’immobile non intraprende una propria attività economica, il conduttore, nei 6 mesi successivi,  potrà richiedere il ripristino del contratto di locazione commerciale. 

 

Per una consulenza specializzata è possibile rivolgersi al nostro sportello locazioni che riceve tutti i mercoledì ed i venerdì pomeriggio: per un appuntamento, il numero unico nazionale di prenotazione è lo 06.45433408

 

E’ inoltre possibile, con Avvocato del Cittadino Associazione Astolfi avvalersi della consulenza online