Martedì, 20 Aprile 2021

Multa per chi è in macchina senza mascherina

MASCHERINA MACCHINA

 

Con l’emanazione del  Dpcm che impone l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’aperto, da tutta Italia, Avvocato del Cittadino Associazione Astolfi ha ricevuto mail di contatto per capire se le relative multe elevate a chi è stato trovato senza mascherina sono impugnabili o meno.La maggior parte delle richieste di aiuto riguardano l’uso della mascherina in auto: tantissime le sanzioni elevate ai non conviventi a bordo della stessa vettura senza dispositivi di protezione.

 

  • Ma ecco cosa prevede il Dpcm sull’uso della mascherina in macchina: si può circolare in automobile con persone non conviventi purché sia presente il solo guidatore nella parte anteriore della vettura e due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i viaggiatori di indossare la mascherina. È liberato da questo obbligo solo chi è con persone che fanno parte dello stesso nucleo familiare che vivono nella stessa casa, o più in generale con i coinquilini. Nel caso in cui la vettura in cui si viaggia sia dotata di dispositivi di protezione che creano separazione tra i passeggeri, esempio pannelli in plexliglas  fra la fila anteriore e posteriore della macchina, l’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato se è presente un solo passeggero nella fila posteriore.


Già dal mese di marzo, la nostra associazione si è messa a disposizione dei cittadini di tutta Italia per valutare la presentazione di ricorsi online al Prefetto di competenza e impugnare le eventuali sanzioni illegittime. Chi ha ricevuto una multa relativa all’attuale emergenza sanitaria può dunque:
- scriverci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ed il team dei nostri legali analizzeranno la sussistenza dei presupposti per l’eventuale impugnazione (quota associativa 20 euro)
- qualora sia possibile impugnare la sanzione, i nostri legali presenteranno il ricorso al Prefetto online, assistendo il soggetto sanzionato, con il versamento dell’ulteriore quota di 20 euro. Clicca qui per saperne di più. Per chi desidera un appuntamento in sede è possibile chiamare allo 06.45433408