Mercoledì, 21 Agosto 2019

AVVOCATO DEL CITTADINO: SENZA CONSENSO ESPLICITO VIETATA L'ESPOSIZIONE DI FOTOGRAFIE. AL VIA IL PRIMO SPORTELLO SU STRADA PER I RISARCIMENTI

Roma, 10 ottobre 2012
AVVOCATO DEL CITTADINO: SENZA CONSENSO ESPLICITO VIETATA L'ESPOSIZIONE DI FOTOGRAFIE. AL VIA IL PRIMO SPORTELLO SU STRADA PER I RISARCIMENTI

Sempre più persone si rivolgono all'associazione di solidarietà sociale Avvocato del Cittadino per lamentare lo stesso problema: la lesione del diritto all'immagine. A tal proposito, l'organizzazione capitolina, lancia il primo sportello su strada, a diretto contatto con i cittadini, per raccogliere le denuncie ed aiutare le vittime di tale violazione a difendere i loro diritti attraverso una tutela preventiva, la restituzione delle fotografie e il risarcimento del danno.

Pensiamo a quante volte fotografie o video che ci ritraggono vengono esposte a nostra insaputa. O senza che nessuno ci chieda il permesso. Eppure, il diritto all'immagine si basa proprio sul consenso che, per essere valido, deve essere attuale, dunque sempre revocabile, orientato ad uno scopo, riguardare un diritto disponibile ed essere prestato da una persona capace di intendere e di volere. Purtroppo, nella realtà quotidiana, sono innumerevoli le occasioni in cui tali elementi non vengono rispettati. Soffermiamoci solo per un attimo sul requisito dell'attualità e su quante volte, soprattutto sui social network, è impossibile revocare il consenso o spesso proprio prestarlo, nei casi in cui l'utente ritratto non è neanche a conoscenza del fatto che la sua foto circoli nella rete sociale. Tuttavia il diritto all'immagine è ampiamente tutelato nel nostro ordinamento: è infatti ravvisabile all'art 2 della Costituzione, tra i diritti inviolabili dell'uomo, all'art 10 del Codice civile e ancora nella L. 633/'41 sul diritto d'autore e nel D.Lgs 196/2003. Nonostante ciò, la leggerezza con cui frequentemente si pubblicano o mostrano immagini di altri soggetti crea spesso danni all'onore, alla reputazione o ancora alla vita privata delle persone.

Alla prevenzione di tali lesioni, presso la sede di Avvocato del Cittadino, sita in via dei Fulvi 49, nel quartiere Cinecittà, si dedicherà il presidente dell'associazione, dott.ssa Emanuela Astolfi, esperta in tema di responsabilità civile sui social network, in collaborazione con lo studio legale del Prof. Avv Gaetano Edoardo Napoli, docente di Diritto Civile della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'università "La Sapienza" di Roma.

Nello specifico, l'associazione offrirà consulenze agli iscritti su come segnalare all'Autorità Garante eventuali violazioni del diritto alla privacy, segnalerà l'esistenza di presupposti per eventuali azioni inibitorie (per prevenire eventuali effetti dannosi dovuti all'esposizione di una determinata immagine) e la possibilità di chiedere il risarcimento del danno, qualora l'esposizione o la pubblicazione di foto ledano il decoro o la reputazione della persona. E ancora, offrirà informazioni ai soci su come procedere per ottenere la restituzione delle fotografie.