Domenica, 13 Ottobre 2019

Diffida recupero crediti: ecco come rispondere

Ci contattano frequentemente cittadini che ci riferiscono di ricevere insistenti chiamate da società di recupero crediti, spesso anche per debiti che non hanno mai contratto. Purtroppo, l’atteggiamento aggressivo al telefono o attraverso diffide da parte di tali società è spesso inaccettabile.

 

Frequentemente vengono effettuate delle indebite pressioni, anche a familiari del debitore, e soprattutto prospettare irrealistiche conseguenze. I loro atteggiamenti spesso violano quanto previsto dal Codice del Consumo e non sempre le richieste sono legittime: in alcuni casi, infatti, i debiti sono stati estinti, oppure sono in essere procedure di mediazione. Eppure, come ci viene segnalato, le vessazioni spesso continuano.

 

Avvocato del Cittadino – Associazione Astolfi offre aiuto a chi ha la necessità di difendere i propri interessi. E’ infatti possibile ricevere 3 tipologie di tutela:

 

- chiamando allo 06.45433408 (tal/wathsapp) e’ possibile  fissare un appuntamento presso la sede in Roma (la quota associativa per la consulenza è di 20 euro);

 

- richiedere online che uno dei nostri legali risponda con una lettera/diffida alla società di recupero crediti; è possibile ottenere tale assistenza in tutta Italia, clicca qui per saperne di più

 

- richiedere online una consulenza specializzata (tutta Italia), cliccando qui

 

E’ inoltre fondamentale sapere che le richieste di pagamento inviate al debitore debbono dettagliare le somme sollecitate e contenere termini congrui per effettuare i pagamenti (in genere non inferiori a 10 giorni)