Sabato, 14 Dicembre 2019

Bollette troppo care? Ecco come non farvi staccare la fornitura

E’ un problema che riguarda un consumatore su cinque: arrivano bollette troppo salate, non si riescono a pagare e la fornitura a cui la fattura si riferisce viene staccata. Allo sportello consumatori di Avvocato del Cittadino associazione Astolfi riceviamo costantemente persone alle prese con bollette stratosferiche che non considerano i reali consumi. Ebbene, in questi casi, se non potete pagare la bolletta, avviate subito il reclamo come per legge, in tal modo NON POSSONO STACCARVI L’UTENZA di luce, gas, telefono, acqua.

 

I legali di Avvocato del Cittadino sostengono chi è in difficoltà con il pagamento delle bollette: una volta denunciata l’irregolarità della fatturazione, il gestore dovrà revisionare i conteggi e, in caso di mancata soluzione della controversia, con la nostra associazione è anche possibile procedere con la conciliazione obbligatoria, sia in sede che online.

 

Non bisogna pagare la bolletta finché la controversia è pendente, dunque, è possibile guadagnare tempo ma è essenziale agire tempestivamente per far valere le proprie ragioni.

 

Per una consulenza (tutta Italia) con i legali dell’associazione specializzati nella difesa dei consumatori è possibile prenotarsi allo 06.45433408 (tel/watshapp). La quota associativa è di 20 euro. In caso di conciliazione online, la quota associativa è di 60 euro