Martedì, 21 Agosto 2018

150.000,00 Euro per curare la moglie malata di Alzheimer in Rsa: la storia di Pietro

La moglie di Pietro, dall’anno 2013, è degente presso una RSA specializzata nell’assistenza dei malati di Alzheimer. Corrisponde 1800,00 euro al mese alla struttura e, fino a d oggi, ha versato circa 150.000,00 per curare la moglie. Una somma assurda. Soprattutto se pensiamo che i costi per l’assistenza dei malati di Alzheimer degenti in RSA sono totalmente a carico dello Stato.

 


Pietro si è infatti rivolto ad Avvocato del Cittadino dopo aver appreso dai giornali i successi ottenuti dall’associazione: per i malati di Alzheimer non è possibile distinguere tra prestazioni socio-assistenziali e sanitarie e di conseguenza tutti i costi debbono essere sostenuti dal servizio sanitario nazionale. A stabilirlo è la recente sentenza ottenuta da Avvocato del Cittadino che ha ora introdotto altre decine di cause per chiedere la restituzione delle somme versate dal familiari del malati di Alzheimer per le cure dei loro cari, oltreché la non debenza per i pagamenti futuri, qui tutti i dettagli per partecipare all’azione collettiva

 


Pietro e le sue figlie, con grande sacrificio sostengono mensilmente il perso della retta della RSA: “fin quando ci riusciremo pagheremo – racconta – la struttura assiste bene mia moglie ed è per questo che, con enorme fatica, cerchiamo di sopportare economicamente questa situazione”. Pietro ha iniziato ora il suo percorso giudiziale: è davvero assurdo essere costretti a spendere 150.000,00 euro quando “l’attività prestata in favore di soggetto gravemente affetto da morbo di Alzheimer ricoverato in istituto di cura è qualificabile come attività sanitaria, quindi di competenza del Servizio Sanitario Nazionale, ai sensi dell’art. 30 della legge n. 730 del 1983, secondo cui sono a carico del SSN gli oneri delle attività di rilievo sanitario connesse con quelle socio-assistenziali” (Trib. Roma, sentenza n. 14180/2016)

 


L’azione collettiva di Avvocato del Cittadino è attiva in tutta Italia. In ogni Regione, c’è una differente modalità di accesso alle Rsa: per informazioni è possibile chiamare al numero unico nazionale 06.45433408