Mercoledì, 19 Giugno 2019

Roma: separazione con negoziazione assistita, boom di richieste dagli over 55


Un pubblico, in particolare, ha conquistato la nuova procedura di separazione in Comune: quello degli over 55. O meglio, quello delle coppie che, già separate di fatto da tempo, decidono per questo iter, apparentemente più semplice, per dividere formalmente le loro strade.

 


“Davvero possiamo lasciarci in pochi mesi?”chiedono molti coniugi sessantenni allo Sportello Famiglia dell’associazione Avvocato del Cittadino.  Ebbene si: “Una procedura come la negoziazione assistita, snella, che non prevede udienze ma solo incontri con avvocati scelti dalle parti genera nelle coppie meno stress – dice Emanuela Astolfi, presidente dell’associazione – I coniugi che già da tempo hanno cessato la convivenza, che vivono rapporti distesi, che prima non sentivano l’esigenza di formalizzare in Tribunale le condizioni della loro separazione proprio per l’assenza di contrasti, hanno accolto con apprezzamento questa risoluzione del matrimonio concordata in modo amichevole”.  E, in effetti -  prima attraverso una convenzione di negoziazione assistita, che ufficializza l’impegno preso dai coniugi di risolvere bonariamente la controversia e poi  con una negoziazione assistita  che stabilisce le condizioni di separazione - se non esistono motivi di accesa lite, è davvero possibile in due mesi “lasciarsi formalmente”

 


Ad Avvocato del Cittadino vengono fornite consulenze anche su separazioni-divorzi in Comune “fai da te”, ossia senza l’intervento di avvocati,  soluzione, questa, percorribile se non si hanno figli minorenni o maggiorenni incapaci o portatori di handicap.