Venerdì, 28 Luglio 2017

Voci di città - info@avvocatodelcittadino.com (29)

Per voci di citta' - Voglio che condividiate la mia storia che, da quanto leggo sul vostro articolo di RomaToday, e' simile a quella di molti altri figli disperati. Ebbene io sono figlio unico e ho mamma ricoverata in una RSA. E non l'ho ricoverata perchè non mi andava di tenerla a casa, una badante l'avrei pagata meno della RSA. L'ho messa nella struttura perche' a casa e' ingestibile, le badanti se ne vanno. E questo lo capisce solo chi c'è passato. Chi ha vissuto con una persona malata di Alzheimer. Ora non mi soffermo sulle mie emozioni perchè scriverei un libro. Non vi dico come si puo' sentire un figlio a vedere un genitore così. Vi dico però che a quanto ho letto, mi brucia troppo sapere che lo stato pure sui nostri cari che stanno male vuole mangiare. Non vuole pagare le cure per chi ne ha diritto. Sono arrabiato, inc.. nero! Mia madre prende 1000 euro di pensone, le altre 900 euro le metto io...che con sacrifici assurdi cerco di mandare avanti la baracca. Affido a voi il mio sfogo, perchè voglio che la rabbia di tutti noi si unisca per creare la giusta rivoluzione che ci…
Per voci di citta'- Conosco la vostra associazione solo tramite Facebook, ma quello che fate mi piace e mi piacciono le notizie che condividete. per questo ho la voglia, anche io, di partecipare alla vostra splendida iniziativa, inserendomi nello spazio dedicato ai lettori sul vostro sito. Mi inserisco raccontandovi una storia, quella di un padre a cui, sentenze inique, hanno tolto la dignità. Sono un lavoratore dipendete. Al tempo, quando fui assunto, considerai positivissima l'idea di avere uno stipendio fisso. Non sapevo che poi, mogli arpie, avrebbero sfruttato tutto ciò per spennarmi proprio come un pollo. Io non guadagno moltissimo: circca 2000 euro netti al mese. Eppure due giudici mi hanno condannato a pagare per i miei figli e mia moglie 1200 euro al mese. Io farei di tutto per i miei figli, Ma 1200 euro, per me, voglino dire campare con 800 euro. Come faccio io a mantenere una mia dignità davanti agli occhi dei miei ragazzi quando mi vengono a trovare. Diventa difficile portarli al cinema. Offrirgli la cena. Insomma, fare tutte le normali cose che padre e figlio fanno insieme. Desidero pubblicare la mia storia, perchè non voglio smettere di lottare per la mia libertà e per…
Per Voci di citta' - Mi spiace che ancora non siete a Viterbo, anche qui c'è molto bisogno di voi. Vorrei rendere pubblica la mia storia e per questo vi scrivo. Nei momenti difficili è importante leggere che qualcun altro sta lottando per lo stesso problema. e il mio problema ha un nome, si chiama demansionamento. io ho 56 anni, insomma, non sono più un ragazzino. eppure, come un adolescente mi trovo davanti alla vergogna, all'umiliazione quando vedo ragazzini subentrati dopo di me in società trattarmi male e ridere alle mie spalle. ora i capi sono loro e se prima il mio lavoro era avere la responsabilità decisionale su aspetti commerciali, ora a dettare le regole sono loro. io faccio le fotocopie, non ricevo più le persone. faccio il lavoro sporco, quello che non si vede e loro prendono i meriti. Meriti che io non ho più, perchè non mi è più concesso prendermeli. Io ora sono demansionato, negato della professionalità che mi sono costruito negli anni. Mi è stata tolta la dignità, lo stimolo e l'amore verso il mio lavoro. non so se queste umiliazioni si chiamano mobbing o demansionamento, queste cose le decidete voi avvocati, voi associazioni, forse…
Per voci di citta' - Vi voglio raccontare la storia con la mia colf e voglio mettere in guardia tutti: assumete sempre i collaboratori familiari senno' poi vi fanno spendere il doppio tra tribunale e avvocati. insomma, la mia amica mi presente la sua colf rumena, una ragazza tanto gentile e carina che ho tenuto per 5 ore a settimana per 2 anni e le davo i soldi in contanti quando veniva. mi diceva di non farle il contratto perchè preferiva prendere più soldi e non avere i contributi e farmi pagare le tasse. beh, la stessa ragazza tanto buona e carina, dopo 2 anni, siccome non mi serviva più e le ho detto di non venire, mi ha presentato un bel conticino. Ora vuole 3 mila euro entro un mese, sennò dice che mi denuncia all'inps!!! capito si a fidarsi. pure se loro insistono e vi sembrano buonine buonine, non fatevi imbrogliare, segnatele all'inps sennò poi vi fanno scontare dopo e tutto insieme il conto francesca
Per voci di citta': voglio raccontare la mia assurda storia sul lavoro, così che anche ci legge il vostro sito sappia come e' assurdo per un uomo di 50 anni vivere. Io ho lavoato per 10 anni per un bar facevo tutto e stavo da solo. Il principale ha poi deciso di manadarmi via e la società è fallita e io che da 6 mesi dovevo essere pagato e pure il Tfr non ho niente. Io non prendo lo stipendio da 6 mesi, come faccio a pagare l'avvocato? e soprattutto, come faccio a recuperare i soldi che c'e' stato il fallimento e con l'inps se avvio la procedura devo aspettare un sacco di tempo per avere i soldi miei. Io non ho capito perchè noi lavoratori seri ci dobbiamo vergognare a chiedere i soldi al principale quando lui invece non si verfogna che non ci paga. è una vergogna come è messo il sistema italiano, fatto solo per fregare il prossimo, chi ruba e chi è onesto come me che 10 anni sono stato al chiodo Scusate lo sfogo ma non è facile ala mia eta' accettare questa cosa e voglio scrivere in pubblico questa storia perche' chi la vive…
Vi scrivo perchè leggo spesso il vostro blog sul matrimonio e le separazioni e vorrei raccontare la mia di storia per inserirla sul sito. Mi è piaciuto quando avete scritto delle mogli che speso devono mantenere i mariti. Io per esempio ho dovuto dare i soldi al mio ex perchè disoccupato, casalingo, anzi, perchè fannullone. Non ha mai lavorato e lho semrpe dovuto mantenere io, sia durante il matrimonio che dopo. Provo tanta rabbia quando leggo che con la separazione gli uomino vanno a dormire nelle macchine e perdono il loro patrimonio. E' uguale, uomini e donne, la situazione non cambia, se uno dei due è approfittatore lo è, non dipende dal sesso maschio o femmina. Io non ho avuto figli ma ho dovuto mantenere il mio ex come se fosse un figlio!!! Annarita
Ho letto con molto piacere il vostro articolo riguardamte I contributi comunali riservati a disabili con requisiti stabiliti dalla legge 162. Ebbene tengo a precisare che, essendo io stesso un disabile titolare di un piano assistenziale , non solo devo anticipare gli importi spettanti agli operatori assistenziali secondo gli oneri previsti dalla busta paga, , ma vengo rimborsato con regolare ritardo di 5/6 mesi. Vorrei sottolineare il fatto di ulteriore graviya' e disagio, che ogni 3 mesi, sono obbligato a pagare I contributi Inps, entro e non oltre il 10 del mese successivo al trimestre s cui I contributi fanno riferimento. Non e' pazzesco? Io risiedo nel comune di Quartu Sant'Elena, tetso comune della Sardegna
Ho avuto il pacere di conoscervi gli scorsi mesi  e vi prego, sinceramente, di inserire sul sito questo mio messaggio. GRAZIE, VI VOGLIO DIRE GRAZIE. ho risolto la situazione con il mio capo di lavoro  e non ho accettato le disumane turni. Mio marito non paga gli alimenti da mesi e voi mi avete aiutato a gestire la situazione col capo al lavoro. spero che tutto prosegua bene, per il momento la situazione semba sistemata e lo stipendio non è stato tagliato. grazie, voglio che pubblicate il mio ringraziamento sul sito perchè siete stati d'oro con me. serena 
Sulle deiezioni canine e sull'inciviltà dei padroni Ho letto ieri sulla vostra pagina facebook il post sulle deiezioni canine e su ciò che i padroni che permettono ai loro animali domestici di sporcare le nostre città rischiano. Vorrei esprimere il mio parere e chiedo la pubblicazione sulle voci del sito. Sinceramente, io amo molto gli animali. Ma purtroppo, quando mi lamento per come i cani con i loro esrementi deturpano le strade e i muri dei palazzi vengo sempre attaccato. Vengo definito rompiscatole! E' assurdo! E' assurdo che l'inciviltà dei padroni degli animali passi ormai come un fatto tollerato. Come la normalità. Io, ora che ho visto anche il vostro post, se nuovamente vedo qualche bel signore o qualche bella signora che pensano di usare il portone di casa mia come toilette per i loro cani, chiamo la polizia! Ma è possibile che debba stare attento ad uscire di casa per non pestare gli escrementi di chi è così INCIVILE e senza buon senso da far defecare il cane sotto un palazzo..Bah Scusate lo sfogo. se possibile, chiedo la pubblicazione alle voci del sito Paolo
Amici, sono Francesco xxxx, vostro socio. Vi segnalo che qui in Prati, sotto casa mia, c'è un degrado assurdo. la mondezza è sparsa per terra, l'Ama non passa e c'è una puzza in questo caldo novembre che non si può....c'è il giubileo, siamo in centro....aiutateci, facciamo qualcosa