Mercoledì, 18 Settembre 2019

Alzheimer-RSA: ricorso contro discriminazione - azione nazionale

I risultati che abbiamo ottenuto sono ormai noti: con la sentenza n. 14180/2016 del Tribunale di Roma, noi di Avvocato del Cittadino abbiamo ottenuto la restituzione da parte della Regione Lazio della totalità delle somme corrisposte da una nostra socia ad una RSA per il soggiorno dell'anziano padre malato di Alzheimer. Già da un anno abbiamo lanciato un'azione volta a richiedere - singolarmente - la restituzione delle rette pagate dai familiari dei pazienti alle case di cura e la pronuncia giudiziale circa la non debenza dei pagamenti posti a carico dei cittadini

 

Siamo finalmente pronti a partire con una nuova azione collettiva: richiederemo la cessazione dell'attività discriminatoria posta in essere dal SSN nei confronti dei malati di Alzheimer, tagliati fuori dalla sanità pubblica, oltrechè il risarcimento dei danni patrimoniali patiti (rette versate per la degenza del paziente)

 

AZIONE NAZIONALE - ADERISCI DA QUALUNQUE CITTA' ITALIANA

 

CHI PUO' PARTECIPARE  - Potranno aderire all'iniziativa tutti gli amministratori di sostegno dei pazienti malati di Alzheimer degenti in RSA residenti in qualunque città italiana e costretti a pagare importi a titolo di compartecipazione alla retta.

 

I COSTI - per i soci di Avvocato del Cittadino, i legali che hanno patrocinato l'azione pilota che ha portato al primo successo giudiziario al Tribunale di Roma, la sentenza n. 14180/2016 e che stanno seguendo numerosi giudizi dello stesso tenore pendenti alle II sezione del Tribunale di Roma, applicano l'onorario agevolato di 1.500 euro + contributo unificato.

 

PARTECIPA SUBITO -  per informazioni, puoi chiamare allo 06.45433408 e parlare con uno dei legali che gestiscono l'azione. Occorre poi valutare soggettivamente il caso: scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , un avvocato ti risponderà e valuterà il tuo caso (dovrai iscriverti online e versare la quota di 20 euro)

 

DOCUMENTI NECESSARI - Chi partecipa dovrà essere in possesso del

- decreto di nomina di amministratore si sostegno(se non sei amministratore di sostegno, possiamo fornirti noi aiuto per diventarlo)

- autorizzazione al ricorvero in RSA

- certificato d'invalidità

- piano di cura del paziente

- ricevuta dei pagamenti effettuati