Venerdì, 14 Agosto 2020

Prescrizione cartelle Equitalia

 

Le cartelle di Equitalia quando vanno in prescrizione?

 

 

COS'E' LA PRESCRIZIONE? - La prescrizione è l'estinzione di un diritto conseguente al suo mancato esercizio per un determinato periodo di tempo.

 

 

Trascorso dunque un determinato periodo, Equitalia non può più azionare pignoramento, fermo, ipoteca.

 

 

CHIAMACI SUBITO  ALLO 06.45433408

PER FAR ANALIZZARE DAI NOSTRI PROFESSIONISTI LA TUA CARTELLA ESATTORIALE

OPPURE, RICHIEDICI SUBITO UNA CONSULENZA ONLINE

 

 

TERMINI DI PRESCRIZIONE - I termini di prescrizione variano da debito a debito.

 

 

Ecco un elenco relativo alle principali imposte e tasse:

 

 

 

PRESCRIZIONE DECENNALE

PRESRIZIONE QUINQUENNALE PRESCRIZIONE TRIENNALE

10 ANNI

 

5 ANNI

 

3 ANNI

 

- Canone Rai

 

- Imposta catastale

 

- Imposta di registro

 

- IVA

 

- IRPEF

 

- DIRITTI CAMERA

COMMERCIO

- IMU

 

- TASI

 

- ICI

 

- TARI

 

- CONTRIBUTI INPS

 

- CONTRIBUTI INAIL

 

- TOSAP

 

- MULTE VIOLAZIONI CODICE DELLA STRADA

- BOLLO AUTO

****I contributi minori (DS, TBC, ENAOLI, SSN etc) e quelli dovuti da artigiani, esercenti attività commerciali e lavoratori autonomi iscritti alla Gestione Separata cadono in prescrizione dopo 5 anni. Per le somme aggiuntive, cioè per le sanzioni applicate in caso di ritardato o mancato versamento dei contributi, il termine di prescrizione è di 10 anni, come precisato dalla Corte di Cassazione con le sentenze n. 14152/2004 e n. 18148/2006