Sabato, 14 Dicembre 2019

Fac simile di ricorso al Prefetto contro una multa

 PRESENTIAMO NOI IL TUO RICORSO AL PREFETTO
COSTO - 20 EURO QUOTA ASSOCIATIVAfreccia giu

Hai ricevuto una multa che ritieni illegittima? Avvocato del Cittadino mette a disposizione dei suoi soci e sostenitori la possibilità di presentare, da tutta Italia, ricorso al Prefetto attraverso un avvocato dell'ente: basta iscriversi all'associazione e versare la quota di 20 euro e direttamente sarà un professionista a seguire la tua pratica. Se invece vuoi procedere da solo, senza avvalerti dell'assistenza di uno dei nostri legali, puoi usare il seguente fac simile di ricorso al Prefetto che va presentato entro il termine perentorio dei 60 giorni dalla contestazione o notifica della multa. E' quindi necessario leggere attentamente la data riportata sul timbro postale, sempre che non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta nei casi consentiti.

Il ricorso si presenta direttamente al Prefetto del luogo in cui è stata commessa la violazione con raccomandata con ricevuta di ritorno; oppure all'ufficio o al comando che ha elevato la multa (ad esempio Comando dei Vigili Urbani, Polizia Stradale, Carabinieri ecc.).

Se il Prefetto rileva un “errore” nella redazione del verbale, accoglie il ricorso ed annulla la contravvenzione. In caso contrario, il Prefetto, emette un’ordinanza di pagamento di importo maggiore rispetto a quello della multa contestata.

E' possibile in alternativa ( o in caso di mancato accoglimento) ricorrere al Giudice di pace. Per contattare la nostra associazione e fissare un appuntamento, il numero è lo 06.45433408

 

   VUOI CHE TI ASSISTIAMO NOI PER IL  RICORSO?

Da tutta Italia, puoi incaricare online un avvocato della nostra associazione che presenterà per tuo conto il ricorso al Prefetto

 

 

COSTO - QUOTA ASSOCIATIVA 20 EURO

 

 

COME FARE - Invia una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oggetto "ricorso prefetto" e segui le istruzioni.

 

Sarà direttamente un nostro avvocato che presenterà per tuo conto il ricorso al Prefetto.

 

 

-->RICORDA, PER IMPUGNARE AL PREFETTO HAI 60 GIORNI DA QUANDO RICEVI LA MULTA: NON TI ISCRIVERE SE SONO GIA' TRASCORSI I 60 GIORNI

 

 

N.B. IL MANCATO ACCOGLIMENTO DEL RICORSO DA PARTE DEL PREFETTO COMPORTA LA DUPLICAZIONE AUTOMATICA DELLA SANZIONE

 

 

se vuoi procedere da solo, ecco un fac simile per te

Al Comando ......................


Raccomandata A.R


RICORSO AL PREFETTO DI __________
avverso il verbale di accertamento
di violazione n…..…(notificato in data.........)


Il sottoscritto ……………..................... nato a................................ il ...................................cf........................................................... residente in…….........…. ed ivi elettivamente domiciliato, quale proprietario dell’autovettura ……..................……. targata …….............…….


ricorre


avverso il verbale n................................................, notificato in data ................. e relativo alla violazione dell'art. ........ rilevata il giorno ................. in Via …...................……., Comune di.........................................

* * * * *

Tale atto d’accertamento è illegittimo per i seguenti motivi (scegliere quello opportuno)

a) di legittimità:

– notificazione oltre i termini previsti di 90 giorni;

– contestazione invalida;

– altri vizi procedurali;

- l'infrazione fu commessa in data ...................... e non venne immediatamente contestata. Il verbale di accertamento è stato successivamente notificato in data ...................... e quindi ben oltre il termine di giorni 150 previsto dall'art. 201 comma primo del C.d.S., con conseguente nullità del verbale impugnato.

b) di merito:

– la norma indicata non corrisponde al comportamento realmente tenuto;

– i fatti si sono svolti in maniera diversa;

– il veicolo non si trovava in quel luogo;

– il comportamento è stato motivato da stato di necessità, adempimento di dovere o servizio, caso fortuito, forza maggiore, errore sul fatto;

– assenza elementi necessari nel verbale;

– prova per il proprietario, coobbligato in solido, che la circolazione è avvenuta contro la sua volontà;

– omessa consegna del verbale;

– prescrizione di 5 anni;

– soggetto estraneo alla violazione;

– assenza di prove sufficienti circa la responsabilità del ricorrente;

c) cause di invalidità del verbale:

– erronea indicazione delle generalità del conducente (o degli estremi della patente) quando non sia identificabile attraverso altri dati riportati nel verbale;

– omessa o erronea indicazione della data e dell’ora in cui si è verificata la violazione quando da ciò risulti pregiudicata l’esatta identificazione del fatto;

– erronea indicazione del tipo o della targa del veicolo quando non possano desumersi con certezza da quelli relativi al trasgressore;

– mancanza, erronea, illogica esposizione dei fatti;

– mancanza, erronea indicazione delle modalità di estinzione mediante pagamento in misura ridotta;

– mancanza o erronea indicazione dell’Autorità competente a decidere sul ricorso;

d) Autovelox in strade diverse da autostrade e superstrade ed in mancanza di indicazioni del decreto prefettizio che consente, per legge, la mancata
contestazione immediata
- l'infrazione è stata rilevata a mezzo di apparecchio autovelox 104-C, ma non immediatamente contestata dagli operanti, in contrasto con quanto prescritto dall’art. 200 del codice della strada, secondo cui  la contestazione dell’infrazione deve essere immediata e solo qualora sia materialmente impossibile, essa può avvenire per mezzo della successiva notifica del verbale.

Si richiede  che l’ill.mo Prefetto in forza del proprio potere di autotutela amministrativa, conoscendo l’intero rapporto giuridico, voglia rilevare d’ufficio anche vizi di legittimità e di merito diversi da quelli denunciati dal ricorrente

*****

Tutto ciò premesso e considerato

chiede


all'Ill.mo Sig. Prefetto adito che, disposta la sospensione di ogni sanzione comminata, voglia:

- annullare il verbale di contestazione impugnato, illegittimo per le ragioni esposte;

- annullare comunque il verbale impugnato ove siano rinvenuti ulteriori e diversi vizi di legittimità o di merito rilevabili d'ufficio.

Si allega: 1) Copia verbale notificato.

Data..................................                                   

Firma.................................

 

PER UNA CONSULENZA CON I PROFESSIONISTI DI

AVVOCATO DEL CITTADINO

CHIAMA ALLO 06.45433408 PER FISSARE UN APPUNTAMENTO (QUOTA DI ISCRIZIONE 20,00 EURO)